Home blogambiente Albero di Natale: vero o finto?

Albero di Natale: vero o finto?

da ecoandeco


Dicembre e Gennaio in casa nostra sono mesi ad alta concentrazione di festeggiamenti. 3/4 della nostra famiglia (le bambine ed io) compiamo gli anni in questo periodo, quindi si inizia a festeggiare l’8 dicembre e si finisce dopo la Befana! Siria ha inaugurato quindi in questi giorni la nostra tradizione, scartando la sua bambolina (insieme ad un libro, che non manca mai) proprio la mattina dell’8 dicembre.
Poi, come da tradizione, ci siamo dedicati all’allestimento del nostro albero di Natale.

In casa mia, da quanto ricordo, l’albero di Natale è stato sempre quello finto. Credo che i miei genitori ne avessero comprato uno vero i primi 2 o 3 anni, tentando di ripiantarlo e vedendolo puntualmente morire. A quel punto, la decisione di comprarne uno finto è stata naturale, e anche quando siamo andati a vivere per conto nostro abbiamo deciso di continuare così. Per quanto l’albero vero sia molto più pittoresco, e per quanto ci siano diverse iniziative che permettono di riportare e ripiantare l’albero, non sento proprio la necessità di averne uno vivo, e quello finto (anche se un po’ più spelacchiato di quello vero) rende già l’atmosfera.

Finora la divisione degli allestimenti natalizi in casa è stata sempre equamente ripartita tra Roberto (che riassembla l’albero e monta le lucine) e la sottoscritta, che provvede ad appendere le decorazioni. Rigorosamente sempre le stesse, riusate di anno in anno, amorosamente riposte nel loro scatolone a gennaio per tornare a decorare l’albero in dicembre.
Quest’anno, prese dall’entusiasmo, hanno decorato invece quasi tutto l’albero (con qualche piccolo aiutino) Sveva e Siria da sole. Ci hanno sorpreso per la loro fantasia, il loro buon gusto e la loro pazienza nel prendere le decorazioni ed appenderle ad una ad una. E devo dire che ne siamo veramente soddisfatti! Le decorazioni saranno anche riciclate di anno in anno, ma per noi è come se fossero sempre nuove, e scegliere il posto alla renna o al pupazzo di neve in pasta di sale (fatto da me 6 anni fa e ancora miracolosamente intatto) è il massimo del divertimento!
E voi? Albero vero o albero finto? E le decorazioni? Nuove, riciclate, riusate, fatte in casa, o…?

Ti potrebbero interessare

6 commenti

Roberta 29/2 17 Dicembre 2010 - 11:00

L’albero finto, come il diamante, è per sempre! Quindi, è una “plasticona” che non andrà mai (con un po’ di buonsenso)dispersa nell’ambiente. Tra l’altro veder morire l’abete fa veramente tristezza. Per quanto riguarda le decorazioni, avendo lasciato un anno fa la casa di famiglia, le decorazioni di famiglia sono rimaste lì. Ne ho di nuove, molte regalate con tale affetto che credo resteranno con me per molto tempo. Buon Natale a tutti!

Rispondi
Gloria 17 Dicembre 2010 - 11:02

Buon Natale anche a te, Roberta!

Rispondi
rita 17 Dicembre 2010 - 18:15

FINTOOOOOOOOOOOOOOO, COME ANCHE LE PALLINE INFRANGIBILI ADOTTATE QUANDO ERICA E DAVIDE ERANO PICCOLI PER NON FARLE ROMPERE E POI ABBIAMO CONTINUATO NEGLI ANNI. TANTI AUGURI A TUTTI

Rispondi
Gloria 17 Dicembre 2010 - 20:33

Tanti auguri anche a tutti voi, che piacere vederti qui, benvenuta! 😉

Rispondi
ZiaTati 18 Dicembre 2010 - 23:15

Dunque…finto E ricilclato, proprio l’albero, non solo le decorazioni!
Un grande grazie Gloria e famiglia per aver fornito il mini albero, le palline, i nastri e le luci!
Quest’anno sono riuscita ad aggiungerci delle decorazioni in legno (ricevute in regalo direttamente dal Trentino) che gli danno un tocco veramente “eco”!

Rispondi
Gloria 18 Dicembre 2010 - 23:20

Un grazie a voi per aver riciclato il nostro mini albero, che ci ha fatto compagnia per il primo Natale, fino a che non ci siamo decisi a prendere questo, decisamente un po’ più ingombrante! 😉

Rispondi

Lascia un commento

Open chat
1
Ciao!
Se ti interessa ricevere gli aggiornamenti di eco and eco su Whatsapp scrivimi qui (o mandami un messaggio al numero 3314697492)!
Gloria
P.S. dimmi nome e cognome, così posso aggiungerti in rubrica!
Powered by